Archivio per la categoria ‘benessere

Buon Natale e felice Anno Nuovo, lontano da cellulari la sera!   Leave a comment

Foto di presentazione del Bambin Gesù

Presentazione del Bambin Gesù da parte della Madonna a Santa Elisabetta

Buon Natale e Felice Anno Nuovo 2020, e mi raccomando, cercate di evitare di usare il cellulare la sera e la notte poco prima di andare a letto, perché la forte luce dei cellulari, soprattutto se posti come spesso si fa per leggere o guardare immagini in prossimità del viso e vicino agli occhi, interferisce negativamente con la produzione di melatonina da parte dell’organismo umano: la melatonina, prodotta dall’epifisi (detta anche ghiandola pineale posta sotto l’encefalo) è l’ormone essenziale per regolare in ciclo sonno/veglia, infatti la melatonina viene prodotta in assenza o comunque in forte carenza di luce, e quindi la luce di sera può ritardare l’emissione di tale ormone con la conseguenza di ritardare anche di qualche ora la caduta tra le braccia di Morfeo,  con effetto di non concedere il giusto riposo al nostro essere dopo le attività quotidiane!

Per conciliare il sonno di sera è utile accompagnare la cena con un contorno di insalata lattuga e songino (detto anche valerianella che non è la valeriana officinalis, ugualmente utile per il sonno) e poi una calda tisana di verbena, buona notte della Vigilia e buon riposo!

Viaggi: alla salute se si è “permeabili”   Leave a comment

WP_20170825_19_30_24_RichI viaggi, soprattutto quando ti permettono di uscire dai tran tran quotidiani, non solo ti fanno spostare in luoghi diversi, nuovi e magari sconosciuti, ma muovono anche qualcosa dentro di te, nella tua intimità e nella tua coscienza; i sogni che fai durante un viaggio sono diversi, emergono nuove sollecitazioni, nuovi punti di vista e anche spunti per nuove visioni della realtà, l’importante è comprenderli, farli propri, accettare i messaggi che ti vengono dall’interno, non essere turisti impermeabili. Se il tutto è poi concomitante con l’assenza di televisione, l’assenza dei telegiornali, dei media, dall’immersione consuetudinaria e quotidiana nelle “news” è salutare viaggiare. Sono un sano distacco e un reset psico-neuro-endocrino-immunologico. Questa notte per esempio ho sognato che avevo perso la mia penna parker, ed ecco ora al mio risveglio che con questa scrivo questi appunti: al prossimo sogno!
Contento di aver condiviso in toto questo ultimo recente viaggio nella splendida Sicilia con la mia famiglia, ringrazio Chi mi da e mi ha dato possibilità di viaggiare e ringrazio l’Amica e l’Amico che hanno aperto la loro porta all’accoglienza e all’ospitalità.
N.B.: E qui non ho parlato, nè ho accennato all’alimentazione, perchè in Sicilia sapori, odori, atmosfere, tutto è colorito e colorato dalla Terra, dal Mare, dal Sole e dall’Aria, insomma da tutti i benefici di questi Elementi fornendo prodotti e prelibatezze soavi e forti allo stesso tempo, degne degli dei….: tutto un capitolo ed un corollario a parte che influenzano si un viaggio, ma che ben meritano più approfondite considerazioni.

Suggerimenti dietetici estivi   Leave a comment

Descrizione e preparazione del piatto evidenziato nella foto:

  1. insalata di pomodori bio conditi con poco sale, olio extra vergine d’oliva spremuto a freddo e aneto;
  2. aringhe affumicate (lasciate prima a “marinare” nel latte per togliere la salatura in eccesso) condite con cipollotti freschi (marinati in aceto balsamico) e aneto fresco;
  3. patate bio cotte al vapore e poi passate al burro e olio extra vergine d’oliva e condite con aglio, tamari e prezzemolo.

Questo è un piatto completo in cui si amalgano bene carboidtati, lipidi e proteine con sali minerali (magnesio, calcio, potassio, fosforo, iodio e ferro), polifenoli, omega 3 (nell’aringa) e omega 6 (nell’olio extra vergine d’oliva) e vitamine A, complesso B, C, D (nell’aringa) e E. L’aggiunta di aneto e di prezzemolo freschi comportano anche un’ottima digeribilità del piatto ove le importanti essenze aromatiche benefiche di aglio e cipolla freschi non fossero eventualmente tollerate

 

Cibo estivo

Suggerimento per cena estiva   Leave a comment

Foto esemplificativa di una gustosa, rinfrescante, mediterranea, vegetariana e genuina cena estiva; l’immagine dice già tutto, in ogni caso ecco gli ingredienti dei 2 piatti: zucchine alla piastra condite con un po’ di sale, aglio, prezzemolo e olio extra vergine d’oliva; insalata di pomodorini, lattuga, formaggio feta, mozzarella di bufala, aneto, montasio, un goccino di aceto balsamico, qualche goccia di limone e olio extra vergine d’oliva.

Buon appetito!

WP_20160701_21_07_40_Pro[1]

Appoggio questa iniziativa Natalizia   Leave a comment

Un cesto regalo di cibi biologici certificati che consiglio per le festività Natalizie, avendone anche personalmente verificato la genuinità e l’appetibilità, per sostenere tipi di produzione agricola ecocompatibili, “naturali” e consapevoli.

Per eventuali altre informazioni e/o prenotazioni chiamate direttamente il 3480422001 o scrivete a oltreconfin@gmail.com

Felici festivitàoltreConfin_Natale'15-1

Un consiglio “naturale”: B&B SALVIA E ROSMARINO   Leave a comment

Ottimo pane per breakfast

Ottimo pane per breakfast

 

B&B SALVIA E ROSMARINO: son stato con la famiglia in questo magnifico posto solatio, tra il mare e le colline del Carso Triestino, solo per una notte e quasi 2 giorni accolti e “coccolati” con gentilezza, signorilità, garbo e vera “cultura” e spiritualità dalla proprietaria Silva Bogatez (tel 040220103 cell 3405189115) riconosciuta tra l’altro a livello internazionale per le sue iconografie allestite nelle più importanti Chiese di mezzo Mondo e naturalmente la sua alta competenza in merito. Il bed and Breakfast, molto pulito e curato sotto ogni aspetto per la comodità e il confort dei clienti,  si trova in una magnifica posizione accuratamente isolata in mezzo a vigneti, alberi da frutta, olivi, piante officinali etc.,  in via del Pucino, un’antica strada esistente sin dal tempo dell’Impero Romano da cui si domina la costiera ad essa parallela e tutto il magnifico golfo di Trieste, Castello di Miramare incluso. E’ un’oasi di autentica tranquillità, adatta anche a chi vuol meditare ed estranearsi dalla vita lavorativa quotidiana; la signora Silva poi è una gran conoscitrice di alimentazione naturale, di piante e di medicine naturali associati ad un’autentica conoscenza di equilibri interiori e dell’animo umano: attraverso i suoi consigli, le sue attenzioni e i suoi inoput l’ospite può godere e partecipare di notevoli esperienze sulla via di un approfondimento spirituale e, oserei dire, della conoscenza dell’anima; ma non manca poi il gusto per interessantissime, gustose, prelibate e naturali colazioni mattutine donate con il cuore, come il magnifico pane preparato appositamente da Silva. Gli animali (i cani) son tutti ben accetti e anch’essi curati e coccolati, e trovano anch’essi compagnia.

Castello di Miramare

Sullo sfondo il Castello di Miramare

Una squadra per il buon governo di Venezia   Leave a comment

Tao di cuorePubblico qui di seguito con questa premessa e questi miei pensieri l’ottimo articolo di Venezia Cambia 2015 (http://www.veneziacambia2015.org),  a cui però vorrei aggiungere queste 3 parole mancanti che secondo me sono fondamentali in una e per una vera pratica politica corretta: Ascolto, Pensiero e Azione. Partendo da un vero Ascolto da una predisposizione completa e paziente a captare e fare proprie le necessità della gente, di tutti nessuno escluso, immedesimandosi, trovando poi con il Pensiero, il ragionamento continuo, sempre verificato, non dettato da fretta o protagonismo, il tutto a 360 gradi, esaminando tutte le possibili interconnessioni e conseguenze, olisticamente insomma, si arriva a vedere e stabilire quali sono le Priorità d’intervento e quindi all’Azione amministrativa completa e compiuta come vero SERVIZIO PUBBLICO. E’ questo quello che tutti i candidati e gli eletti in politica come base dovrebbero tener costantemente presente, oltre alla competenza ed alla visione generale delle cose, per un agire che vada ad agire sul medio lungo termine. Ben altre capacità è opportuno avere per tutti quegli interventi dettati da situazioni d’emergenza, in cui non mi addentro, ma che devono essere almeno evidenziati come reali momenti di grave pericolo e danno a cose, persone e ambiente: l’unica parola che qua mi pare valere per questi casi è prevenzione e la prevenzione si ha quando si applicano le basi sopradescritte di comportamenti politici e avveduti corretti. Per concludere mi sento di affermare che è necessario per chi fa politica attiva, e vuole intervenire concretamente a migliorare gli stati di benessere dell’essere umano, della Società, della Natura e dell’Ambiente, entrare sempre nell’ottica di un processo continuo di valutazioni e autovalutazioni, e non avere una visione unidirezionale, solo lineare e riduttiva delle realtà.

“Non possiamo solo resistere, ora dobbiamo governare”. E’ questo l’invito che Venezia Cambia 2015 rivolge a tutta la comunità cittadina.

Per troppi anni il sapere diffuso, le buone pratiche, le azioni positive sono rimaste fuori dalle istituzioni comunali. Per troppo tempo associazioni e cittadini sono rimasti inascoltati da chi doveva rappresentarli a Ca’ Farsetti. Partiti e politici di professione preferivano prestare attenzione a lobby e interessi economici organizzati piuttosto che aprire al dialogo e all’ascolto diretto con i cittadini.

Certo, nelle ultime settimane, la musica è cambiata: tutti si riempiono la bocca di partecipazione, condivisione, trasparenza, eccetera. Ma basta grattare un po’ la patina della propaganda elettorale per scoprire che nulla o quasi è cambiato.

A partire dai “capi bastone” della politica che fanno il bello e il cattivo tempo nei partiti e nelle liste che li stostengono. Stesse facce e stessi comportamenti. Come quello di scambiarsi cappelli e careghe

View original post 350 altre parole

Perché Venezia Cambia 2015 alle elezioni comunali?   Leave a comment

Ho aderito ancora il 15 maggio 2014 a un gruppo di cittadini preparati,  responsabili e consapevoli delle cause del malcontento diffuso verso la situazione politica e sociale di crisi democratica  e di crisi dei valori della Società e dell’Ambiente inteso come ecosistema urbano naturale e umano qui a Venezia come altrove: spero che il mio contributo come cittadino attivo sia utile a riportare a Venezia, città che gode di un territorio unico al Mondo,  maggior equilibrio, pace sociale, ridistribuzione delle ricchezze e soprattutto rispetto dell’ambiente e di tutti gli esseri viventi residenti nel territorio comunale, animali d’affezione compresi, con l’accento verso una efficiente greeneconomy, verso un maggior diffuso utilizzo di fonti di energie rinnovabili e verso un ecosistema dove, oltre all’ambiente architettonico, paesaggistico e naturale, siano rispettati sempre i diritti dei più deboli con delle appropriate politiche per il miglioramento della qualità della vita di tutti.

Perché Venezia Cambia 2015 alle elezioni comunali?.

“Guarda le tue iridi e sai cosa mangiare” durante”Yoga per il cambiamento 2014″   Leave a comment

Yoga per il cambiamento

A Padova l’11 maggio 2014 presso Ynsula presenterò attraverso delle diapositive illustrative, le connessioni che ci possono essere tra le nostre iridi ed un  sano, corretto e appropriato stile di vita alimentare:  le nostre stesse iridi con i loro segni, le loro architetture ed i loro colori ci danno precise e verificate indicazioni al riguardo.

Il titolo è “Guarda le tue iridi e sai cosa mangiare” ed è all’interno di un ricco programma di interventi e presentazioni di altri professionisti ed esperti nelle materie concernenti lo yoga ed appropriati stili di vita dal titolo “Yoga per il cambiamento edizione 2014” con il patrocinio del Comune di Padova: organizza, interviene  e coordina l’evento la dott.ssa Tiziana Fantuz, psicologa ed autorevole insegnante di Yoga.

Per prenotazioni: Ynsula. via Saccardo 4 – Padova. Tel: 049831005  oppure 3382169309. email: info@ynsula.it

Di seguito il link con il programma: Locandina e programma di Yoga per il cambiamento 2014

L’O.M.S. pubblica la strategia decennale 2014/2023 per le medicine complementari   Leave a comment

Fiori di tarassaco

Fiori di tarassaco

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) ha pubblicato le linee guida stategiche per le cosiddette Medicine Tradizionali non convenzionali o complementari che dir si voglia (questo in allegato il link al pdf: http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/92455/1/9789241506090_eng.pdf?ua=1 ).  In poche parole riassumiamo sinteticamente gli intenti di tali strategie indicate per il decennio 2014 2023:

1) auspicata un’estensione e un ampliamento del concetto di salute;

2) necessità di far accrescere l’autonomia del paziente nella scelta del metodo di cura desiderato.

A tali scopi si sostegono le Istituzioni degli gli Stati Membri del WHO nel perseguire legislativamente i criteri per l’utilizzazione ed il recepimento idoneo e sicuro delle medicine non convenzionali e tradizionali per la salute ed il benessere della persona e per regolamentare l’uso dei preparati medicamentosi e dei rimedi e, nota bene (!!) regolamentare le competenze professionali specificate in base alle nuove prossime disposizioni! Naturopati, si apre finalmente una porta in più per poter indicare ai nostri clienti e utenti sistemi appropriati di stili di vita con indicazioni adeguate di auto cura ed auto guarigione per tramite dell’ausilio validato e sicuro di metologie e preparati naturali e non convenzionali, da sempre bagaglio delle nostre conoscenze e dei nostri obiettivi di medicina integrata.